i, vacanze in barca a vela, weekend in barca a vela, Crociere imbarchi individuali,imbarchi per gruppi,noleggio barche a vela, charter barche a vela,Capri, costiera amalfitana, costiera sorrentina. - Andiamoci a Vela. Vacanze in barca a vela, Crociere Imbarchi individuali, corsi di vela, charter vela, noleggio barche a vela con skipper .

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

i, vacanze in barca a vela, weekend in barca a vela, Crociere imbarchi individuali,imbarchi per gruppi,noleggio barche a vela, charter barche a vela,Capri, costiera amalfitana, costiera sorrentina.

INFO UTILI SULL'ITINERARIO

Un weekend in barca a vela tra due costiere quella Sorrentina e Amalfitana. Due costiere diverse ma unite da un unico fattore: la bellezza del paesaggio e l' unicità dei loro gioielli: Sorrento, Massa Lubrense, Nerano, Positano, Amalfi..
Itinerario costiero indicato a chi è alle prime esperienze di navigazione. Consigliabile imbarcarsi dalle basi nautiche di: Castellamare di Stabia e Torre Annunziata.

MIGLIA TOTALI ITINERARIO: circa 30mg
DISTANZA MINIMA:3 mg. (da C/S di Stabia a Seiano)
DISTANZA MASSIMA: 12 mg. (da Capri a Positano)

> Vedi le distanze in miglia

DURATA MINIMA: circa 1 h (da Positano a Amalfi)
DURATA MASSIMA: 3h. 30min. (da Napoli/Pozzuoli a Capri)

 Castellamare di Stabia    |   Torre Annunziata

LIVELLO DI NAVIGAZIONE: particolarmente indicato per equipaggi alla prima esperienza di navigazione. .

LIVELLI DI PERICOLI: Basso

Un itinerario in cui i pericoli di navigazione sono bassi. Il principale pericolo è dato dall'intenso traffico d'imbarcazioni da diporto nei periodi estivi.
Per quanto riguarda la costiera Amalfitana i fondali sono piuttosto profondi e non ci sono secche o scogli affiornati di particolare interesse alla navigazione. Pur tuttavia, non essendoci ridossi sicuri, è vivamente sconsigliato restare in costiera Amalfitana con i venti provenienti dal II° e III° quadrante.
In costiera Sorrentina si sconsiglia di stare in rada con venti provenienti I° e IV° quadrante.


CAPRI: Intorno l'isola non ci sono secche o scogli affioranti di pericolo alla navigazione. Porre attenzione al notevole traffico marittimo turistico sopratutto nei periodo di alta stagione.

COSTIERE SORRENTINA E AMALFITANA: Navigando lungo tutta la costiera Amalfitana non vi sono pericoli ed insidie, tranne che sparsi segnali e gavitelli da pesca non illuminati in prossimità della costa e dall'intenso  traffico marittimo turistico sopratutto nei periodo di alta stagione.

> Vedi i pericoli

MIGLIORE PERIODO PER NAVIGARE: da Maggio a Settembre
TIPO DI NAVIGAZIONE: prevalentemente costiera ed a vista
VENTI DOMINANTI NEL PERIODO ESTIVO: a regime di brezza
DIREZIONE DOMINANTE DEI VENTI IN ESTATE: O-NO
INTENSITA' MEDIA DEI VENTI NEL PERIODO ESTIVO: 5/15 nodi
In costiera Amalfitana (data la sua particolare orografia montuosa) da non sottovalutare i venti catabatici da NE che discendono dai monti con raffiche di particolare intensità sopratutto nelle ore pomeridiane.

LIVELLO ORMEGGI CAPRI E COSTIERE : Mediocre
MARINA DI EQUA: Porticciolo
MARINA DI CASSANO - S.AGNELLO: Ormeggi galleggianti
SORRENTO:Porticciolo Marina piccola  |   Porticciolo M. Grande
CAPRI:  Marina Grande

POSITANO: Nessun porto. Possibile la rada solo con buon tempo.
AMALFI: Porto / Porticciolo
MAIORI: Porticciolo
CETARA: Porticciolo di pescatori

CAPRI: E' sconsigliabile stare in rada fuori Marina Grande a causa dell’enorme traffico commerciale e turistico, e per i fondali che non garantiscano un ancoraggio sicuro. Con condizioni meteo marine buone, ridossati dai venti di O-NO, si può stare in rada sul versante meridionale dell'isola, a: Marina Piccola. Una baia completamente aperta a Sud, il fondale è misto tra sabbia e poseidonia, risale dolcemente dai 70 mt fino ai 10 mt. Si consiglia di dare ancora nella parte più interna entrando della baia lato sinistro. A Marina Piccola c'è un piccolo moletto inteso come scalo per i tender. Sempre sul versante meridionale dell'isola, verso i Faraglioni, è possibile stare in rada. Anche qui il fondale è misto tra sabbia e poseidona. In caso di venti di Scirocco e Libeccio  è opportuno andare via e trovare ridosso sul versante Nord-Occidentale dell'isola verso Marina Grande, in tal caso consigliamo di prendere qualche gavitello disponibile di ormeggi a pagamento, e di non dare fondo all'ancora poichè i fondali non garantiscano un ancoraggio sicuro.
Si sconsigliano gli ancoraggi in tutte le altre baie, causa i fondali alti e rocciosi.


COSTIERA SORRENTINA: I fondali piuttosto profondi sconsigliano di stare in rada. Possibilità di dare fondo sul versante meridionale di Punta Scutolo davanti a Meta di Sorrento. Con venti provenianti dal e IV° quadrante è opportuno andare via, in tali condizioni meteo-marine è consigliabile dirigersi e trovare ormeggio nei porti di: Castellamare di Stabia, Marina di Stabia, Torre Annunziata.

COSTIERA AMALFITANA: Non presenta ridossi dai venti di Scirocco e Libeccio, solo Amalfi è dotata di un porticciolo (non protetto dai venti provenienti dal II° e III° quadrante); pertanto è sconsigliabile stare alla fonda con tali condizioni  meteo marine.

NERANO/MARINA DEL CANTONE: Una baia aperta e sonnolenta, suggestivo rifugio per chi ama il mare selvaggio e preferisce stare fuori delle mete più note. A Marina del Cantone sono presenti numerosi ristoranti dove è possibile gustare le specialità locali. Per chi volesse andare a mangiare a terra è possibile prendere i gavitelli che i gestori dei ristoranti mettono a disposizione dei clienti. Un servizio di taxi-boat provvederà al traghettamento con la vostra imbarcazione.

POSITANO: Non è dotata di alcun porto o porticciolo. E' possibile stare in rada solo con condizioni meteo marine assicurate, buone; ai primi segni di venti di Scirocco o Libeccio bisogna andare via.
Dinanzi il paese ci si può avvalere di gavitelli messi a disposizione dagli ormeggiatori locali, i quali forniscono anche un servizio di taxi-boat per chi intende scendere a terra con tutta comodità senza utilizzare il tender della propria barca.
Non ancorare sulle rotte degli aliscafi di linea e dinanzi il paese in prossimità del molo dove attracano gli aliscafi e le barche da lavoro per il trasporto dei turisti.

AMALFI: Si può stare alla fonda sono con condi-meteo buone, essendo la rada di Amalfi esposto a Est-Sud/Est. Diventa pericoloso stare alla fonda con venti provenienti dal II° e III°quadrante.  Rada più sicura: dirigersi verso il porto di Salerno.
Consigliamo l'ormeggio in porto qualora ci fosse posto. Poichè anche
con condi-meteo buone, il notevole traffico marittimo (sopratutto nei
periodi estivi), rende la rada poco confortevole non garantendo un
ancoraggio sicuro.
Nel porto di Amalfi ci si può ormeggiare con servizio mooring, acqua e luce alla banchina e pontili gallegianti delle cooperative degli ormeggiatori Amalfitani, oppure dopo le ore 20, previa autorizzazione della Capiteneria di Porto, si può ormeggiare alla banchina dove durante il giorno attracano gli aliscafi di linea e le barche da lavoro per il trasporto dei turisti. Essendo il porto di Amalfi esposto a Est, diventa pericoloso con forti venti sciroccali, pertanto si sconsiglia l'avvicinamento in tali condizioni meteo-marine.

> Vedi ancoraggi

COSTIERA AMALFITANA: Protetta Punta Campanella

CAPRI: itinerari a piedi spettacolari, suggestive insenature dal mare, escursione Monte solaro, shopping, mondanità, Grotta Azzurra,  villa di Tiberio, giardini di Augusto, Certosa di S.Giacomo, via Krupp.

COSTIERA SORRENTINA: i suoi centri abitati, dalla famosissima
Sorrento, alle meno note ma altrettanto suggestive: Vico Equense, Seiano, Meta di Sorrento, Massa Lubrense. Costiera caratterizzata da ripide pareti tufacee di tanto in tanto squarciate da alti grotte scavate nel tufo. Lunga la costa, frastagliata e di grande bellezza, si susseguono piccole spiagge e incantevoli calette, alcune raggiungibili solo dal mare.

COSTIERA AMALFITANA: costa ricca di suggestive insenature. Possibilità di fare numerose escursioni a terra. Da Amalfi è possibile raggiungere Ravello e ammirare dall'alto un paesaggio mozzafiato unico al mondo.

POSITANO: le suggestive e caratteristiche stradine ricche di botteghe artigianali, la caratteristica e particolare architettura del paesino.

AMALFI: fu insieme a Genova, Pisa e Venezia una importante Repubblica Marinara ricca di storia e tradizione. Il magnifico duomo Bizantino che domina la caratteristica piazza, suggestive e caratteristiche stradine ricche di botteghe artigianali.

CETARA: caratteristico borgo di pescatori.

 CAPRI  |   COSTIERA AMALFITANA  |  PENISOLA SORRENTINA









Clicca sull'immagine per zoom e spostamento.

WEEKEND TRA DUE COSTIERE

Per chi desidera fare un week-end navigando lungo le costiere Sorrentina e Amalfitana, consigliamo d'imbarcarsi dalle basi nautiche di Castellamare di Stabia, e Torre Annunziata. Questo itinerario costiero è particolarmente indicato a chi è alle prime esperienze di navigazione con spostamenti brevi e la possibilità di fare rilassanti bagni lungo le due coste. Due costiere che fanno parte di un'unico lembo di terra che divide il golfo di Napoli da quello di Salerno. Due costiere diverse: bassa e tufacea quella sorrentina che si affaccia sul golfo di Napoli a far da sfondo l'imponente mole del Vesuvio; alta, granitica, dall'aspetto quasi dolomitico quella amalfitana che da sul golfo di Salerno; le cui falesie si tuffano in un mare azzurro cobalto. Queste due costiere hanno una cosa in comune: la bellezza del paesaggio e l' unicità dei loro gioielli: Sorrento, Massa Lubrense, Nerano, Positano, Amalfi, Cetara.
Giunti a Punta Campanella (lembo estremo della penisola sorrentina dove le due costiere, quella sorrentina e quella amalfitana si uniscono) si può decidere se fare rotta su Capri, ad appena 2 miglia, oppure costeggiare la costiera Amalfitana. Se decidete di andare a Capri e rimanervi per trascorrere la serata del Sabato, data l'esiguità dei giorni in un weekend, non vi sarà possibile vedere anche la costiera Amalfitana, per tanto potete trascorrere la domenica mattina circumnavigando l'isola di Capri e ammirare le sue incomparabili bellezze. In alternative è possibile andare a Capri giusto per il tempo di un bagno sotto i faraglioni e gustare una spaghettata a bordo, per salpare nel primo pomeriggio verso la costiera Amalfitana.

Clicca sulle foto per il Tour

COSTIERA SORRENTINA: Navigando lungo la costiera sorrentina potete ammirare dal mare i suoi centri abitati. Dalla famosissima Sorrento (famosa località turistica della Campania; la terra dei colori. Terra di aranceti e limoni luogo di origine del liquore Limoncello. Città che si affaccia sulla baia di Napoli) alle meno note ma altrettanto suggestive, Vico Equense, Seiano ( rinomata località balneare della costiera sorrentina che si contraddistingue per lo spettacolo paesaggistico che offre ai turisti ammaliandoli con spiagge chiare e acque limpide), Meta di Sorrento. Tutte queste località sono poste su un terrazzamento dalle ripide pareti tufacee di tanto in tanto squarciate da alti grotte scavate nel tufo. Lunga la costa, frastagliata e di grande bellezza, si susseguono piccole spiagge e incantevoli calette, alcune raggiungibili solo dal mare, con pareti a strapiombo e rocce dalle forme insolite che si aprono su grotte naturali molto suggestive e sorgenti di acque minerali.

Il gioiello della costiera sorrentina è Massa Lubrense  (pittoresco borgo dei pescatori) situata all'estremo lembo della penisola sorrentina dove le due costiere, quella sorrentina e quella amalfitana si uniscono e dove la Punta della Campanella si protende nel mare, inchinandosi a brevissima distanza alla maestosa bellezza di Capri e separando le acque dei due golfi di Napoli e di Salerno. A Massa Lubrense si aprono meravigliose insentaure e baie lungo la costa: Marina della Lobra, Nerano, Mitigliano, baia di Ieranto.

Clicca sulle foto per il Tour

COSTIERA AMALFITANA: La bellezza incomparabile della Costiera Amalfitana ha incantato viaggiatori di ogni epoca. Terrazze di un verde rigoglioso, sospese su un mare blu, il patrimonio d'arte e le architetture caratteristiche dei suoi "gioielli" Positano e Amalfi, ne fanno della divina Costiera Amalfitana uno dei luoghi più celebri al mondo.
Dal punto di vista geografico, la Costiera Amalfitana detta la "costa delle sirene", costiutisce il versante meridionale della Penisola Sorrentina che divide il golfo di Napoli da quello di Salerno. Di origine calcarea, possenti scogliere si tuffano nel mare caratterizzando tutta la Costiera  Amalfitana con insenature di straordinaria bellezza, come la
baia di Ieranto, la splendida Grotta dello Smeraldo a Conca dei Marini e il Fiordo di Furore.
Il biglietto da visita della costiera Amalfitana per chi la costeggia in direzione nord-est è lo spettacolo della baia di Ieranto (riserva naturale integrale); un luogo di bellezza incontaminata, avvolto nel silenzio dei grandi spazi naturali solo mare, scogli, lidi, grandi

ondulazioni rocciose coperte per lo più da macchia mediterranea e ulivi dove spira un’aria mitica e cantata da tanti poeti dell’antichità che vi ponevano la dimora delle sirene. Lasciata la baia di Ieranto si passa subito a quella di Nerano, un altro frammento di paradiso incastonato nella Costiera Amalfitana e amato per le sue grotte sottomarine, il centro pittoresco, i ristoranti tipici.
Continuando la navigazione lungo la costiera,
Lì Galli, famosi isolotti situati di fronte a Positano, vi ammalieranno; come lo fu Ulisse (Omero descrisse questi isolotti, quale luogo, ove il re di Itaca fu tentato dalle sirene). Il fascino di questi tre isolotti ha ammaliato, da sempre, gli uomini e qui, anche Nureyer, vi rimase incantato divenendo, per diversi anni, proprietario degli isolotti.
Giunti a
Positano, potete decidere se restarvi e visitare questa perla della costiera la cui vista dal mare offre uno spettacolo che fa pensare ad un dipinto o proseguire per Amalfi (famosa Repubblica Marinara ricca di storia e tradizione) che è a sole 6 miglia.
Potete esserne certi che la costiera Amalfitana vi stupirà per la sue  bellezze mozzafiato, e per i tanti scorci suggestivi che si aprono lungo la costa. Dal mare sarete spettatori privilegiati di uno spettacolo paesaggistico unico al mondo.


Clicca sulle foto per il Tour

POSITANO: E' il vero gioiello della Costiera Amalfitana. Incastonato come un diamante prezioso nella montagna, avvolto dalla ricca vegetazione mediterranea, Positano, è un borgo così  pittoresco da sembrare una scenografia teatrale. Visto da mare  offre uno spettacolo che fa pensare ad un dipinto. Il bianco mediterraneo delle case, i fiori di buganvillea che ricoprono i tetti, le cupole maiolicate e il dolce degradare delle abitazioni verso il mare, fanno di questo posto uno scenario naturale meraviglioso. Il paese si sviluppa in verticale con le abitazioni addossate le une alle altre, caratterizzate dai portichetti ad archi verso il mare. Le strette stradine, con le numerose boutiques (Positano è famosa per un suo stile di moda fatta di abiti colorati) scendono ripide tra le case sfociando nella Marina Grande (il vero centro di Positano dove sono presenti numerosi ristoranti e locali), dove  c'è un'ampia spiaggia.
Sulla piazza principale di Positano spicca la chiesa di
Santa Maria Assunta (esistente gia nell'anno mille), caratteristica per la sua cupola rivestita di maioliche colorate.

Positano è una meta molto apprezzata per le vacanze estive dei Vip. Personaggi illustri dell'arte, della moda, e dello spettacolo amano trascorre qui giorni di vacanza.
Incantevoli le spiaggette di Positano: Fornillo, Fiumicello, Arienzo.
Ma Positano non è solo mare, per chi decidesse di rimanere qui per più di un giorno, si possono fare piacevoli escursioni a terra per visitare suggestive zone dell'interno. Dalla frazione di Nocelle parte il famoso Sentiero degli Dei, lungo il suo percorso si possono scorgere panorami mozzafiato su tutta la Costiera Amalfitana.
Positano non è dotata di alcun porto o porticciolo. E' possibile stare in rada solo con condizioni meteo marine assicurate, buone (essendo esposta ai venti proveniente dal II° e III° quadrante, con venti di Scirocco o Libeccio bisogna salpare e andare via). Dinanzi il paese ci si può avvalere di gavitelli messi a disposizione dagli ormeggiatori locali, i quali forniscono anche un servizio di taxi-boat per chi intende scendere a terra con tutta comodità senza utilizzare il tender della propria barca.
Non ancorare sulle rotte degli aliscafi di linea e dinanzi il paese in prossimità del molo dove attracano gli aliscafi e le barche da lavoro per il trasporto dei turisti.



Clicca per il Tour di Amalfi

AMALFI: E' il centro principale e l'anima storica della Costiera che prende il suo nome. Antica Repubblica Marinara (ebbe il suo momento di massimo splendore tra il X e il XII sec.) ricca di storia e tradizione . L'abitato di Amalfi sembra racchiudersi nel cavo di una mano tra il mare, guardata dal suo porto, e i Monti Lattari, una scenografia davvero unica; dove le memorie storiche s'intrecciano a bellezze naturali molto suggestive. Il fulcro di Amalfi è la sua caratteristica piazza dove spicca l'imponente mole del Duomo di epoca Bizantino del IX sec. (colpisce l'imponente facciata policroma della chiesa illuminata da smalti e mosaici e dal timpano dorato). La sua posizione scenografica, alla sommità di una ripida scalinata, conferisce alla piazza un aspetto architettonico di notevole pregio.
I pittoreschi vicolo di Amalfi, frequentati da flotte di turisti provenienti da ogni parte del mondo, ospitano numerose boutique, locali e ristoranti dove poter assaggiare i piatti tipici della cucina locale.

Per chi ad Amalfi vuole dedicare più di un giorno, meritano una visita gli Antichi Arsenali, dove venivano costruite le famose galee con oltre cento remi. Da Amalfi si può raggiungere in taxi o con bus locali la famosissima Ravello situata a 350 metri di altezza dove si possono scorgere panorami mozzafiato su tutta la Costiera Amalfitana.
Amalfi è dotato di un
porto dove ci si può ormeggiare con servizio mooring, acqua e luce alla banchina e pontili gallegianti delle cooperative degli ormeggiatori Amalfitani, oppure dopo le ore 20, previa autorizzazione della Capiteneria di Porto, si può ormeggiare alla banchina dove durante il giorno attracano gli aliscafi di linea e le barche da lavoro per il trasporto dei turisti. L'accesso al porto è consentito dalle ore 8 alle 20. E' consentito l'accesso dopo le ore 20 per chi conosce bene il porto; entrare con cautela (velocità massima 3 nodi) dando precedenza alle unità in uscita. Contattare l'Autorità Marittima. Non vi sono pericoli ed insidie nell' avvicinamento al porto, tranne che sparsi segnali e gavitelli da pesca non illuminati in prossimità della costa. Essendo il porto di Amalfi esposto a Est, diventa pericoloso con forti venti sciroccali, pertanto si sconsiglia l'avvicinamento in tali condizioni meteo-marine.
E' sconsigliabile stare in rada fuori il porticciolo di Amalfi a causa dell’enorme traffico commerciale e turistico, e per i fondali che non garantiscano un ancoraggio sicuro. Se c'è disponibilità di posti, consigliamo di ormeggiarsi all'interno del  porto di Amalfi.


Clicca sulle foto per il Tour

CAPRI: "l'isola azzurra", un mix di natura, arte, cultura, mondanità, ne fanno tra le isole più famose e celebrate al mondo.
Di origine calcarea, Capri vi incaterà per la sua bellezza. Viste mozzafiato dal mare, scorci suggestivi anche da terra, grotte marine e faraglioni dalle forme straordinarie; un vero miracolo di combinazione tra: terra, mare e luce creata da questa suggestiva isola che emerge da un mare blu cobalto.  

Sin in epoca romana Capri fu il luogo prediletto dagli imperatori, Augusto e Tiberio la scelsero come rifugio e, ancora oggi, si possono ammirare i resti delle sontuose ville.

Un'isola che ha incantato nei secoli intellettuali, artisti e scrittori, tutti rapiti dalla sua magica bellezza. L'"isola Azzurra" divenne la musa ispiratrce delle loro opere. Senza ombra di dubbio si può affermare che Capri, oltre alla bellezza che le ha regalato la natura, vanta una memoria storica culturale che accresce il suo fascino.

La Piazzetta, (definito: il salotto del mondo) con i suoi prestigiosi bar, è il centro dell'isola di Capri, sia per i turisti, sia per gli abitanti del posto, e chiunque arriva a Capri non può  far a meno di passare di lì e curiosare tra gli stretti spazi lasciati liberi dai tavolini dei bar (dove ci s'incontra per fare colazione o semplicemente per chiacchierare), alla ricerca di qualche VIP.
La circumnavigazione dell'isola di Capri è agevole, non ci sono secche o scogli affioranti, unico vero pericolo alla navigazione: è l'intenso traffico marittimo turistico sopratutto nei periodi di alta stagione.
Se volete sbarcare e visitare Capri a terra, l'isola ha un solo porto:
Marina Grande ; il porto è piccolo, e trovare posto sopratutto in periodi di alta stagione è dificilissimo. All'interno del porto turistico di Marina di Capri è possibile ormeggiare sia in banchina sia ai galleggianti. La darsena è riservata alle piccole imbarcazioni. Servizio mooring luce ed acqua e docce. Il servizio carburante è assicurato dal distributore AGIP.
L'isola non presenta ridossi sicuri, per cui prima di rimanere in rada è opportuno accertarsi che le condizioni meteo marine siano buone. Il versante nord-occidentale dell'isola, quello verso
Marina Grande dove c'è il porto, il fondale non è buon tenitore ed è piuttosto profondo. Anche con condizioni del mare buone, il continuo  traffico commerciale e turistico  di: traghetti, aliscafi, e ogni sorta di naviglio a motore, rendono il soggiorno in rada piuttosto movimentato almeno fino alle ore 20, quando il traffico marittimo cessa.
Per gli amanti delle rade, con condizioni meteo marine buone, il versante meridionale dell'isola, verso i
Faraglioni (sperando che una luna caprese vegli su di voi), da maggiori garanzie di ancoraggio per fondali più bassi e per la presenza di alcuni banchi sabbiosi, ma è particolarmente esposto ai venti del II° e III° quadrante, per cui con Scirocco e Libeccio è opportuno andare via. Se le condimeteo sono assicurate questo resta il posto più indicato per la rada. Con il tender si può sbarca al piccolo moletto presente a Marina Piccola.
Si sconsigliano gli ancoraggi in tutte le altre baie, causa i fondali alti e rocciosi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu